Referendum: entrambe le parti non mi convincono

Questi i testi delle modifiche alla legge: purtoppo (grave mancanza e punto a loro sfavore) non li ho trovati agilmente sui siti per il Sì e sto linkando ad un sito dell’altra parte, mio malgrado.

Queste le prime decisioni:
Quesito 4, fecondazione eterologa: voto Sì.
Da quello che ho capito, rimarrebbe accessibile solo a coppie di ambo i sessi ed entrambi viventi, quindi sono false le voci (di chi sostiene il No o l’astensione) secondo le quali, se vincessero i Sì, potrebbero avere figli anche le coppie di gay (non che sia per forza contrario eh, ma un problema in meno a cui pensare). Che motivo c’è di vietarla proprio non lo capisco… la donazione di sperma in cosa differisce? Andare al bar e rimorchiare uno tradendo il proprio marito?

Quesito 3, Per l’autodeterminazione e la tutela della salute della donna (titolo fuorviante): voto No.
Identico al quesito 2 (sul quale devo ancora decidere), in più elimina questa parte dell’articolo 1: “[questa legge] che assicura i diritti di tutti i soggetti coinvolti, compreso il concepito.”
Sottolineo compreso il concepito. La salute della donna non è messa in discussione da questa legge, nè diventa meno importante di quella del concepito. Qui direi che mente il comitato per il Sì (secondo cui abrogando quella parte viene tutelata la salute della donna, lasciandola no), e quindi io voto No.
Analogamente, si parla di concepito e non di embrione. Per me è importante riconoscere i diritti del concepito, ma rimane da capire quando si può iniziare a parlare di concepito; già allo stato di embrione? Non necessariamente. A questo problema per ora non ho dato risposta.
La legge attuale non lo dice, abrogare quella parte non cambia niente, il comitato per il Sì mente, io voto No (lineare come ragionamento, direi).
Tra l’altro, tra i diritti del concepito perché non riconoscere anche il diritto a non nascere malato?
Ribadisco: ritengo che abrogare quella parte della legge non abbia gli effetti che il comitato per il Sì racconta in giro, anche se di diritto, lo chiarisco, non so nulla. Non vedo perché non riconoscere anche i diritti del concepito, fermo restando la possibilità che per concepito non si intenda necessariamente e soltanto l’embrione (non lo trovo scritto da nessuna parte) e fermo restando anche la possibilità di discutere sul diritto a nascere sani.

1 Commento a “Referendum: entrambe le parti non mi convincono”

  1. antonio scrive:

    Se vuoi un link ad un sito che spieghi i referendum e che sia per il sì, http://www.lucacoscioni.it, lì ci sono i testi, anche se ci sono degli esempi che sono un po’ esagerati (non tutti, ma qualcuno sicuramente sì. ciao
    Antonio


Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "OK, accetto" permetti il loro utilizzo. Puoi trovare maggiori informazioni nella pagina dedicata alla privacy.

Chiudi