Berlusconi virgolettato

Sulla homepage di Repubblica.
“La sinistra organizza scioperi per oscurare il caso Unipol”
E sulla tv: “Io odio andarci”

Si parli della riforma Pecorella, si parli, invece che di scioperi e Unipol.

9 Commenti a “Berlusconi virgolettato”

  1. Sireforpresident scrive:

    Set tieni, vuoi un Berluschenol? Manda via questo senso di malessere che uno prova quando lo vede o lo sente..

  2. Silently scrive:

    Lo voglio io, ne ho necessità, soprattutto ultimamente. Cerco di dimenticarlo ma appena accendo la tv lo vedo…

  3. Enri scrive:

    Caro serg, non sapevo dell’esistenza di questo sito… ma ahimè come mi duole notare che la si butta sulla politica, e non posso non fare commenti (scusami serg ma è più forte di me)… cari miei ragazzuoli di sinistra, pensate pure all’eskimo e alle manifestazioni che intanto consorte sui sui conti aveva 50 milioni di euro!!!

    Alla facciaccia di voialtri che andate a fare la spesa alla coop e avete il conto all’unipol… mi rendo conto del vostro senso di smarrimento e spero che, (visto che rossi dalla vergogna non lo diventate perchè rossi lo siete già) almeno quando andrete a votare per il compagno d’alema (che scordavo ha la barca in leasing a 5000 euro al mese – sapete un operaio quanto prende?????), quantomeno lo farete tappandovi il naso!!!

    Cheers

  4. settolo scrive:

    come cavolo hai fatto a trovarmi??? bisogna che me lo dici eh?
    riguardo allo smarrimento, in effetti è vero. voi in compenso non siete affatto smarriti di fronte a cose peggiori, siete abituati 😛

  5. Enri scrive:

    Sai che per quanto riguarda internet non mi batte nessuno!!!

    Alla prossima truffa!!!

  6. Elvira scrive:

    Caro Serz devo dire che fai parte della folta schiera che rinverdisce le Regioni Rosse,di cui è giusto parlare ogni tanto non sò quanto veramente sei pratico-intererssato alla politica,ma per quanto ho letto trovo 1 certa ingenuità nel commento sullo scioglimento camerale e sul presidente della repubblica,che per primo ha coperto il caso Fazio,purtroppo a mio avviso c’è troppa poca luce Sulle Coopertive Rosse,e le loro agevolazioni nel nostro ordinamento,senza contare anche la Magistratura rossa che insabbia il caso Unipol,e prescrive casi importanti sulla criminalità organizzata.Infine devo dire che l’uomo demonizzato e commettato negativamente e decisamente eccessivamente perseguitato come Berlusconi,è talmente alla ribalta che le sue situazioni economiche-processuali sono fin troppo chiare.
    Forse non Sai nemmeno Che il lider dalla Margherita Ruttelli ha 1 sentenza passata in giudicato 1 cui deve diverse migliaia di euro per aver rischiesto sulla città di Roma delle consulenze mai eseguite sen non è furto questo?!Spero di vedere dei pareri + moderati in futuro,per il resto 1 Bacio Ciao,Elvi

  7. Enri scrive:

    Beh a questo punto mi sembra doveroso aprire un forum visti i pareri contrastanti espressi in questo blog!!!

    Certo elvi vhe il “lider” al massimo è Fidel castro e non il nostro faccione de Roma!

    Cheers

  8. settolo scrive:

    No, non è doveroso aprire un forum, perché ce n’è già a sufficienza; questo è una cosa diversa, è un blog.
    Come tale, non pretende di fornire una risposta completa. Io mi limito a scrivere i miei pensieri, le mie riflessioni. Un singolo post non vuole essere un dossier completo e neppure un articolo di giornale, ma semplicemente un punto di vista su qualcosa di molto specifico e limitato, il MIO punto di vista. Ovviamente, non avendo pretese di completezza, chi ve le cerca vi trova invece un certo grado di ingenuità.
    Tutto il blog, nella sua interezza, può forse dare un idea più globale dei miei pensieri, ma anche no, visto che non scrivo certo tutto quello che mi passa per la testa, ma solo una piccola parte. Perciò che senso può mai avere lamentarsi che un singolo post non tiene conto di tutti gli aspetti? Ad ogni modo, tanto per fare un esempio, ecco cosa pensavo (e ora non posso che pensare peggio) di Rutelli, tanto per dimostrara che sta antipatico anche a me: http://www.settolo.it/archives.....riamocene/

    Questo, poi, non è un blog politico. Si parla di quello che mi passa per la testa tra cui c’è, a volte, la politica. Ma non sono la voce di nessun partito o parte, mi limito a scrivere quello che osservo e penso.

    Serve comunque un certo sforzo per capire il senso ironico o provocatorio di quello che scrivo. Questo post “Berlusconi virgolettato” e il precedente “Sciogliere le Camere” contengono 3 messaggi fondamentali:
    1) Le parole di Berlusconi sono incoerenti (come può affermare di odiare andare in TV lo sa solo lui)
    2) Gli ultimi scampoli di legislatura sono estremamente pericolosi perché si può far passare di tutto senza che nessuno se ne accorga
    3) Si sta cercando di sviare l’attenzione dei media da cose importanti

    Una cosa che non sopporto della dialettica di destra è questa: si fa una critica a, la risposta è una controcritica b, quando poi la destra stessa è b^2.
    In termini comprensibili: si dice che la destra svia l’attenzione, la risposta è “ma voi siete dei ‘ladri'”. Qual è il nesso?
    Tanto peggio che i più compromessi sono proprio i rappresentanti della destra. Qui un elenco dei parlamentari condannati: http://www.beppegrillo.it/cond.....amento.php
    Sulle tecniche retoriche utilizzate dalla destra, rimando a Luttazzi: http://www.danieleluttazzi.it/?q=node/213
    Almeno voi due, vi prego, sottraetevi a questa pessima abitudine e rispondete a tono. Rispondo oggi, ma non ho nessuna intenzione di alimentare in futuro flame politici di questo tipo.

    A ulteriore riprova del fatto che qui si tengono gli occhi aperti e che si criticano entrambe la parti, ho pronto in canna un bel post sulla candidatura di D’Ambrosio, spero di trovare il tempo per scriverlo.
    Sia chiaro: vedo perfettamente tutto lo schifo che c’è a sinistra, ma quello che c’è a destra mi pare troppo più eclatante. Questa non vuole essere una verità di fatto, ma solo un’opinione, come tutto il resto.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "OK, accetto" permetti il loro utilizzo. Puoi trovare maggiori informazioni nella pagina dedicata alla privacy.

Chiudi