Archivio di Aprile 2019

Salvini gira col mitra e comanda anche l’esercito

martedì 23 Aprile 2019
SALVINI GIRA COL MITRA E COMANDA ANCHE L’ESERCITO

Ci sono due possibilità: che continui la solita routine per altri 10/20 anni e allora saremo un po’ più poveri e ci volteremo indietro a guardare questo periodo come adesso guardiamo agli anni con Berlusconi al potere; oppure che succeda qualcosa di grosso, come un’altra crisi economica mondiale, l’implosione dell’Europa, una guerra che ci coinvolga, tutte queste cose insieme.

In questa seconda possibilità, guarderemo a questo preciso momento storico e ci chiederemo: come è stato possibile? Come è stato possibile che abbiamo lasciato correre tutto, che non abbiamo visto dove stavamo andando a sbattere, tutti i sintomi del fascismo lì in bella mostra, non ci siamo preoccupati dei campi di concentramento in Libia finanziati da noi, del razzismo, abbiamo ignorato l’intolleranza verso qualunque diversità, l’omofobia, bambini bulli che minacciano di spedire ad Auschwitz i compagni, le persone lasciate annegare nel Mediterraneo e tanto altro.
Allora, ci chiederemo di chi è la colpa; chi ha dato il via alla cosa e sdoganato certi comportamenti, chi ha fatto finta di non vedere, chi per protestare ha dato il potere a questi, chi è stato incapace di fare sintesi e fronte comune e si è disperso in mille rivoli.
LA RISPOSTA È CHE LA COLPA È DI TUTTI NOI. Ma proprio tutti, nessuno escluso.
Finché continueremo ad attribuircela a vicenda non ne usciremo mai.

Solo se ciascuno accetterà di avere una parte di responsabilità avremo qualche speranza.

PS: nel frattempo, il mondo va avanti incurante e tra 10 anni, probabilmente, continuando ad inquinare così avremo innescato l’autodistruzione; tutto il resto sarà noia.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "OK, accetto" permetti il loro utilizzo. Puoi trovare maggiori informazioni nella pagina dedicata alla privacy.

Chiudi