Archivio di dicembre 2008

Lux DLX (Risiko per iPhone)

giovedì 25 dicembre 2008

Lux DLX

L’applicazione che uso di più sul mio iPhone è Lux Touch, una sorta di Risiko. E’ un’applicazione gratuita, con pochissime opzioni, che è uscita qualche mese fa in attesa della versione più completa che sarebbe stata a pagamento.

Oggi scopro che, finalmente, dopo mesi di attesa fremente, è uscita la versione a pagamento, che si chiama Lux DLX (App Store). L’ho subito comprata, ed è la prima applicazione a pagamento che compro, in assoluto.

Domani avrò qualcosa da fare in treno e spero di poter confermare presto che l’applicazione meritava il suo costo.

Buon Natale

giovedì 25 dicembre 2008

Volevo pubblicare gli auguri con un po’ di ASCII art, come avevo fatto nel 2005, ma l’editor di WordPress fa i capricci e non riesce a trasformare i caratteri speciali in HTML.

Quindi ecco un semplice Buon Natale!

Povia, Sanremo e gay

mercoledì 24 dicembre 2008

povia

Leggo che il brano di Povia al prossimo festival di Sanremo si intitola Luca era gay.

Da qui l’insurrezione dell’Arcigay: contestano il fatto che Povia possa cantare di un’idea secondo la quale si può smettere di essere gay, il tutto dedotto solo dal titolo e da alcune precedenti prese di posizione di Povia stesso su questo argomento.

A prescindere che sia vero oppure no che si può “smettere di essere gay”, che non è oggetto del contendere di questo post, non capisco perché dovrebbe essere così scandaloso che qualcuno voglia cantarlo.
Chiaramente, un altro conto sarebbe se il testo fosse discriminatorio, ma solo dal titolo e dal tema generale come si fa a dire che è discrimitorio? Cosa c’è di discriminatorio nei confronti dei gay a dire, o cantare, che qualcuno ha smesso di esserlo?

Siamo sempre così pronti, molti altri ed io stesso, ad accusare la Chiesa quando cerca di fare censura su temi scottanti.
Da un’associazione, l’Arcigay, che si dichiara così libera e aperta non mi aspettavo una chiusura del genere. Credo che sia necessario avere la capacità di sopportare anche idee profondamente diverse dalla propria, purché espresse liberamente, senza polemica e senza discriminazioni.
Forse anche loro sono malati della grande malattia italiana: una società divisa in tante piccole categorie, ciascuna delle quali pensa solo a difendere i propri interessi anche a scapito della libertà altrui di dire la propria opinione, interessi che, in alcuni casi (vedasi sindacati e categorie lavorative varie) sono veri e propri privilegi acquisiti.

PD allo sbando

sabato 20 dicembre 2008

pd

Una sintesi interessante della terribile (per il Partito Democratico) giornata di ieri sta, secondo me, in questo resoconto di Luca Sofri e nel come la mozione sua e di altri sia stata respinta.

Interessante anche questo spunto del Mantellini sul perché trasmettere il tutto in diretta su Internet sia stata una pessima idea.

Mi chiedo che cosa passi per le loro teste. Se continua così, tracollo in Abruzzo sarà stato solo l’inizio.

Ristrutturazione

giovedì 18 dicembre 2008

Piccole modifiche grafiche e aggiornamento di WordPress alla versione 2.7.

Sono però sempre in attesa di un banner meglio rifinito, che doveva farmi un certo mio amico che spero si sentirà almeno un po’ in colpa leggendo qui :)

Tasso alcolico

martedì 16 dicembre 2008

L’idea di abbassare ulteriormente il limite del tasso alcolico è come mettere un limite dei 50 km all’ora su una strada dove la gente si schianta ai 130 km all’ora: inutile, inefficace e odioso.

La soluzione non è abbassare i limiti, ma farli rispettare.

Ghiaccio e sole

domenica 14 dicembre 2008

Piccola immagine dalla settimana di isolamento.

Partenza

venerdì 5 dicembre 2008

Come avviene di tanto in tanto, qui si parte per una settimana di isolamento.

E’ un annuncio che di questi tempi sarebbe più logico fare solo su Facebook, ma l’abitudine è dura a morire.

Sull’innalzamento IVA per Sky

lunedì 1 dicembre 2008

Mi limito a riportare un link.

Simpsons e Apple

lunedì 1 dicembre 2008

L’ultima puntata dei Simpsons trasmessa negli Stati Uniti pare che contenga una simpatica presa in giro ad Apple.

Chissà come la prenderà Steve Jobs.