Archivio di gennaio 2008

iPhone

giovedì 31 gennaio 2008

La notizia figa di oggi è che domenica potrò, forse (il forse è per scaramanzia), giocare un po’ con un iPhone.

Ca’ Bianca

lunedì 28 gennaio 2008

settorantiSabato scorso non sono andato a mangiare da alcuna parte. Il fine settimana precedente, invece, ho sperimentato un posto molto interessante.

Tutto il tempo passato da quando ci sono andato a quando riesco a scriverne dimostra il poco tempo che ho a disposizione, ma tant’è.

Il posto in questione è una sorta di agriturismo, si chiama “Ca’ Bianca” e si trova, che fantasia, in via Ca’ Bianca 8, vicino all’uscita dell’autostrada di Sasso Marconi (mappa).

Sono stato invitato per una rimpatriata da un amico che abita appena di fianco e che, quindi, conosce bene il posto. Ha prenotato per domenica a pranzo scegliendo per noi il menù che, comunque, non credo possa poi variare molto. (altro…)

La CEI NO, vi prego

sabato 26 gennaio 2008

Ha da ridire anche sulla crisi di governo.

Scrive Repubblica:

Per l’agenzia dei settimanali cattolici promossa dalla Cei serve “dare stabilità al sistema politico, attraverso prima di tutto la reciproca legittimazione dei partiti, e dunque un sistema di pesi e contrappesi che permetta una dialettica vivace e virtuosa, sulla base di un tessuto solido e condiviso di principi, scelte, identità”.

Anche in questa occasione perde una buona occasione per evitare di intralciare la politica italiana e fa un’affermazione che è estremamente politica. In pratica, prima di andare al voto vuole che si approvi un nuovo sistema elettorale che consenta di tornare alla DC (dare stabilità, legittimazione dei partiti piccoli, base di valori condivisi, etc.), il mio incubo peggiore.

Forse penso male, ma, come si dice, a pensare male non si sbaglia mai. Quel che è certo è che la parola “partito” non dovrebbe comparire in un comunicato di un organo della CEI nel quale si prende una posizione precisa.

MacBook Air

domenica 20 gennaio 2008

MacBook Air

Ho deciso che il MacBook Air mi piace.

Non lo comprerei mai, non è il computer che fa per me, ma capisco a chi può servire e penso che centri l’obiettivo. E’ buono per chi ha bisogno di viaggiare in continuazione e ha bisogno di portarsi dietro un computer leggero e poco ingombrante, ma che non faccia rimpiangere troppo un computer vero.

Credo che il MacBook Air non faccia rimpiangere per niente un computer vero, perché lo è. Non può però essere l’unico computer di una persona: ne serve un altro pronto in ufficio.

Non credo che il non poter cambiare la batteria sia un problema, così come la mancanza di un lettore DVD o la presenza di una sola porta USB. Questi non sono problemi per via dell’uso che si può fare di questo portatile che, ripeto, non può essere l’unico computer.

Non fa per me, ma accidenti quanto è bello.
[tags]mackbook air, air[/tags]

Find 815 (3)

sabato 19 gennaio 2008

“Il mio nome è Sam Thomas”. Inizia così l’avventura di Find 815.

Sam stava per chiedere di sposarsi alla sua ragazza, Sonia. Entrambi lavoravano per la Oceanic Airlines, lui come tecnico informatico e lei come hostess. Sonia era sul volo 815, quello che è caduto dando inizio a Lost.

Ora che stanno per essere abbandonate le ricerche dei sopravvissuti al disastro e che la Oceanic Airlines ricomincia a volare, Sam non vuole darsi per vinto e vuole continuare a cercare Sonia.
Le sue accuse pubbliche alla Oceanic Airlines per la decisione di interrompere le ricerche gli costano il posto di lavoro, ma Sam non si dà per vinto e, messo sulla strada giusta da alcuni strani messaggi email che riceve, parte per la sua ricerca del volo 815: find 815.

Qui inizia lo spoiler. Chi vuole godersi la caccia, smetta di leggere. Gli altri possono continuare. (altro…)

I nuovi ingegneri

giovedì 17 gennaio 2008

scritto Costruzione di Macchine

Dopo il mio post ironico col video sugli ingegneri, qualcosa di più serio, o di più triste.

E’ l’esempio di come non risolvere un problema di Costruzione di Macchine. Qualcuno avrà avuto il coraggio di scrivere veramente una cosa del genere ad un esame universitario? Chissà…

Lo scriveva SmokingPermitted tra i commenti a questo suo criptico post: un blogger che si rispetti deve fare ogni tanto un post che capiscono in due. Ed eccolo qua.

Il disegno di sopra rappresenta il problema. La richiesta è dimensionare il bullone.

La soluzione proposta, che fa ridere con amarezza, è che la tensione nella vite è:

formula

Per farla fino in fondo, la relazione qui sopra l’ho scritta in LaTeX

Su Mastella niente

giovedì 17 gennaio 2008

Su Mastella non ho voglia di scrivere nulla, troppo facile.

Per il Papa mi sto attrezzando.

Da Vito

giovedì 17 gennaio 2008

settorantiDomenica sera sono andato a mangiare “da Vito” (via Musolesi, 9, Bologna).
E’ un’osteria che non avrebbe bisogno di alcuna presentazione o recensione, famosa per essere il locale più amato da Guccini, Dalla, Mingardi.
Si trova in uno dei quartieri residenziali più nobili di Bologna città, nella zona tra via Libia e via Mazzini.

L’ingresso è deprimente, sembra un bar anni ’70, e il locale dove si mangia non è molto meglio, essendo una veranda chiusa arredata alla meglio. Tuttavia, si tratta dell’ambiente da osteria Bolognese, niente fumo e molto arrosto.
I camerieri sono rudi ed è meglio non contraddirli troppo. Si beve vino in caraffa, assolutamente obbligatorio; se proprio si vuole, si può anche chiedere un po’ d’acqua, ma non troppa.
(altro…)

Pizzeria Al Mulino

giovedì 17 gennaio 2008

settorantiQuesta settimana doppia mangiata fuori, ma entrambe poco impegnative.
Iniziamo da sabato sera, quando sono andato a mangiare pizza “Al Mulino, di Napodano Luisa” (via Romagnoli, 11/b, Bologna). Si trova nella stessa zona dell’Osteria Satyricon della quale ho parlato nella mia recensione precedente (una traversa di via Toscana/via Murri), ma non la so collocare precisamente perché mi hanno condotto altre persone, a piedi.

Un locale piccolo, ma molto fitto e frequentato, indice questo che la clientela apprezza.
Si mangiano pizze abbastanza alte, ma molto larghe, direi quasi enormi, e si può scegliere pizza di pasta integrale.
Eravamo in 8, abbiamo bevuto un litro di vino e varie bottiglie di acqua e mangiato una pizza a testa, per una spesa di 12,78 EUR a testa.
(altro…)

Il pallino

mercoledì 16 gennaio 2008

Grazie alla mia amica che sta a Barcellona.


Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "OK, accetto" permetti il loro utilizzo. Puoi trovare maggiori informazioni nella pagina dedicata alla privacy.

Chiudi