Archivio di ottobre 2005

Gli effetti della galanteria

sabato 29 ottobre 2005

iPod and skyEro al check-in dell’aereo, poche persone in fila, una ragazza che apre-chiude-sistema la valigia, fermandosi, lasciando spazio daventi a sè.
Un tipo arriva al check-in e la sorpassa senza battere ciglio. Arrivo io, mi piazzo dietro tranquillo, le sorrido, lei mi sorride. Niente di particolare, ma basta poco dopo due settimane chiuso in una casa da solo a farti sentire il piacere della relazione con altre persone. Il piacere di essere gentili.

Arrivo all’imbarco che, per chi non lo sapesse, nel caso dei voli Ryanair da Stansted, funziona in questo modo: il primo in coda al gate è anche il primo a scegliere il posto sull’aereo, non esiste prenotazione dei posti. Per evitare code, assalti, massacri vari (sui voli Ryanair viaggia di tutto e non mi stupisco più di niente) a Stansted i primi 65 che hanno fatto il check-in hanno una coda particolare ed entrano per primi, a seguire tutti gli altri.

Manco a dirlo, il mio numero di check-in era il 66. Quel gesto di galanteria mi è costato la fila privilegiata, cosa che normalmente si traduce in un posto non al finestrino, una specie di condanna visto che io adoro guardare fuori.

Sull’aereo, e qui le concidenze sono al culmine, finisce che mi siedo giusto di fianco a quella ragazza cui avevo lasciato il posto, io nel sedile interno, lei al finestrino, nessuno nel posto centrale. Mentre cercavo di guardare fuori, avevo anche una scusa per guardare lei, veramente bella.

click qui per vedere la foto, scattata sul treno per Stansted

Open Document su MS Office

giovedì 27 ottobre 2005

Potrei scrivere un articolo lunghissimo descrivendo il modo in cui Microsoft, con il suo prodotto Office, ha creato una quantita’ infinita di problemi, incapacita’ di comunicare tra sistemi diversi, tra sistemi nuovi e vecchi, tra versioni diverse dello stesso software. Potrei anche provare a spiegarne il perche’, ma non lo faro’.
Pero’, chiunque abbia a che fare con una certa continuita’ con documenti di testo e quant’altro provenienti da persone diverse, sa quanto grosso sia il problema della compatibilita’ dei formati.

E allora, visto che e’ stato finalmente creato uno standard che, da quello che ho capito, sara’ forse approvato addirittura dall’ISO (gli ingegneri sanno bene quanto sia importante), tanto vale utilizzarlo.

Il formato si chiama Open Document, l’Unione Europea l’ha gia’ adottato come formato preferenziale per i propri documenti, e ora si chiede a Microsoft di includerlo in Office.

Percio’, firmate la petizione on-line. So che di solito non servono a niente, ma questa volta sembra diverso, perche’ Microsoft cerca di sapere quanti suoi utenti siano realmente interessati alla questione.

Maggiori info, su Open Document e sulla petizione, su Punto-Informatico.

Voglia di casa

giovedì 27 ottobre 2005

Grazie perche’ domani torno finalmente a casa. Grazie a chi non so, ma avevo bisogno di ringraziare.
Qui, l’unica cosa che sto veramente facendo, e’ solo cercare il modo di far passare il tempo. Avrei anche qualcosa di piu’ da fare per il lavoro, ma quando entri in quel turbine di negativita’, ti ritrovi a fare il meno possibile.
Ti ritrovi a non aver voglia neppure di cercarti un lavoro diverso.
Non e’ facile stare tutto il giorno da soli in una casa di 54 stanze, di cui alcune occupate da Lady Lavander, il fantasma, senza altra compagnia che qualche email, qualche telefonata.
Potrei fare di piu’, ma comporterebbe un investimento di denaro mio, di tempo, comporterebbe decidere di continuare cosi’, comporterebbe prendere decisioni in modo autonomo che non sono autorizzato a prendere e, quindi, aspetto. Aspetto istruzioni che non arrivano, e intanto il tempo passa.

Ogni tanto, leggo qualcosa. Con questo post di IRI, ad esempio, mi e’ sembrato di essere lo spettatore in un teatro, di uno spettacolo in parte gia’ visto, reinterpretato.

Lostizzato

martedì 25 ottobre 2005

Lost

Non c’e’ nulla da fare. Sono definitivamente e irrimediabilmente lostizzato.
Non riesco a fare altro che guardare puntate di Lost, ora pure in Inglese.

SMS

venerdì 21 ottobre 2005

Svuotando la memoria del cellulare mi sono imbattuto in questo:

Tu hai tutto il tempo che vuoi per convincerti! Sono tenace, determinata, calma e ho sangue freddo..

Meno di un mese dopo era gia’ tutto diverso.

Scatti notturni

mercoledì 19 ottobre 2005

Scatto notturno 3/3

Nello sconforto di questa giornata del cavolo, almeno la soddisfazione di qualche scatto.

Le foto su Flickr: 1, 2, 3

Andato

mercoledì 19 ottobre 2005

Sono partito ieri sera, mai come questa volta pieno di dubbi e scarsa convizione.
Ora sono nel solito posto, qui in Inghilterra.

Spot antipirateria al cinema

domenica 16 ottobre 2005

spot pirateria satira

Avete presente quel fastidiosissimo spot che viene trasmesso al cinema prima di ogni spettacolo? Quello in cui si dice che scaricare un film da internet è un reato? Bene, lo odio.

Non è già abbastanza aver pagato il biglietto per entrare al cinema, che devo anche sorbirmi la predica, utile (forse) a tutti tranne che agli spettatori paganti che vi assistono?

A me, ogni volta che la vedo, viene voglia di uscire dal cinema e andare a guardarmelo a casa sul computer, quel film.

Ora, finalmente, la soluzione definitiva a questo problema, che fa felici tutti: spettatori, produttori, SIAE, cinema, tutti. Questo è il nuovo spot risolutivo.

via Manteblog

Spot Punto G

venerdì 14 ottobre 2005

Grande Punto

Geniale questo SpotCheNonVedremoMai della nuova Punto. Pregasi non cliccare se privi di senso dell’ironia a causa dell’altissimo contenuto erotico presente nello spot.

via Caymag

Il Blog di Luttazzi

venerdì 14 ottobre 2005

Logo Daniele Luttazzi

Dopo Beppe Grillo, anche Daniele Luttazzi apre un Blog. Un blog vero, non come il suo vecchio slow-blog (come lo definisce lui stesso) di cui avevo parlato quasi un anno fa.
Questo, è un blog come si deve, con feed, con commenti, aggiornato regolarmente e addirittura con un Podcast.

Già che ci sono, segnalo anche un bell’articolo, pungente come solo sui sa, su “La famigerata riforma Moratti“.

Che dire? Benvenuto Daniele. E speriamo tu non me ne voglia per averti preso in prestito l’immagine qui sopra.