La mia estate

Sono tornato. Sono tornato da un’estate ricca di esperienze vissute intensamente, ricca di cambiamenti, di pensieri, ricca di vita.

Ogni esperienza ci cambia, ed io ora mi sento diverso.

Qualcuno dice che ho uno sguardo strano, ma non lo so.

Quello che so è che mi sento più sicuro, capace di prendere decisioni più serenamente assumendomene la responsabilità e accettandone le conseguenze. Proprio quello che nell’ultimo periodo avevo dimenticato.

Sono entrato in crisi, l’ho vissuta, e poi piano piano sto risalendo.

Cosa abbia prodotto questo cambiamento non lo so; certo l’ultima settimana ad Assisi è stata significativa, ma non è solo quello: è l’insieme delle esperienza di questi ultimi mesi.

Lei direbbe che mi hanno fatto il lavaggio del cervello, e forse per qualcosa è vero. Ma credo soprattutto di aver reimparato a guardare le cose in modo sereno.

Ora si tratta di continuare senza perdere di vista la strada giusta.

5 Commenti a “La mia estate”

  1. mtb scrive:

    eri così vicino! perchè non me lo hai fatto sapere?
    mt

  2. thedancer scrive:

    Probabilmente hai precorso i tempi,di Baldoni ne hanno parlato, ma forse tanti altri sono nell’oblio….ti è mai capitato di pensare che quando non ci saremo più quasi nessuno si ricorderà di noi? vorrei lasciare impronte e non solo tracce negli altri

  3. ..Raffy scrive:

    :bacetto:

  4. settolo scrive:

    la voglia di lasciare impronte significative nelle persone è la molla che mi spinge a fare molto di quello che faccio

  5. francyna scrive:

    mi fa davvero piacere 😉 se ti senti cambiato e gli altri notano uno sguardo diverso…beh,è proprio vero che sei cambiato 😉


Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Cliccando su "OK, accetto" permetti il loro utilizzo. Puoi trovare maggiori informazioni nella pagina dedicata alla privacy.

Chiudi