Archivio di maggio 2004

Adoro gli autobus e i loro scioperi

lunedì 31 maggio 2004

Ho preso il treno alle 9.35, verso le 10.10 ero a Bologna e contavo di essere a casa per le 10.30.

Sono le 14.30 e sono appena arrivato. È vero, mi sono fermato a lezione per due ore, ma solo dopo averne aspettata quasi una per non vedere arrivare l’autobus.

Garantisco che farsi a piedi Stazione-Ingegneria, e poi Ingegneria-Stadio non è bello per niente. Chi conosce Bologna può avere un’idea.

E meno male che ho ancora i postumi della distorsione al piede.

L'importanza del Parlamento europeo

lunedì 24 maggio 2004

L’articolo non l’ho ancora letto tutto, e parla di tutt’altro. Ma non potevo che sottolineare questa cosa, con la quale mi sono trovato a discutere con un amico qualche sera fa.

“Vecchio equivoco duro a morire, che Bruxelles non conti niente: mentre negli ultimi anni Bruxelles sta diventando più importante di Roma. È a Bruxelles che si scrivono le normative che a Roma diventano progetti di legge e poi subito leggi, perché “ci si deve adeguare alla normativa europea”. Se mangiamo o no mais OGM, è a Bruxelles che si decide. Se privatizziamo o no acqua e servizi, è perché a Bruxelles se ne discute. Per cui, quando si vota per Bruxelles, si dovrebbe pensare a Bruxelles. Non alla popolarità di Massimo D’Alema”

Io la penso esattamente così. Occhio perchè ciò che si decide là, pesa come un macigno.

Microsoft, Blog ed RSS

sabato 22 maggio 2004

Pare che Microsoft stia per iniziare la sua battaglia nel campo dei Blog e dei feed RSS. Così forse, finalmente, diventeranno uno strumento diffuso in ogni PC.

Ma dobbiamo per forza aspettare l’intervento di Bill per usare nuove e comode tecnologie?

Chat e blog, per la Chiesa sono a rischio peccato

sabato 22 maggio 2004

Perchè la Chiesa spreca tempo per spiegare a tutti noi che Chat e Blog sono peccato?

Non potrebbe preoccuparsi della fame nel mondo, dell’AIDS, della pace, si creare un dialogo vero con l’Islam?

E poi come ne parla. Additando qualcosa come fonte di peccato quando poi, invece, il problema è nell’uso che si fa di questo qualcosa, e loro stessi lo dicono.

E dove sarebbe la novità? Ogni cosa, a seconda di come la si usa, può essere utile o “favorire il peccato”… Ma con queste indicazioni tendenziose sembra di essere tornati nel medioevo.

Qualche giorno fa poi se n’era uscita dicendo che i matrimoni tra cristiani e mussulmeni sono da evitare.

Di bene in meglio.

Berlusgoogle

giovedì 20 maggio 2004

Via Dot-Coma
——

durerà online una settimana, ma grazie a Michele. Cerca comunisti.
——

Mitico!

Internet e politica, alla frutta

mercoledì 19 maggio 2004

In un solo giorno, internet e l’informatica hanno fatto un passo enorme verso il medioevo.

Il decreto urbano è stato approvato (articolo PI) e ora, per legge, chiunque duplichi sul proprio computer certi file finisce in galera. Si, avete proprio capito bene, non solo multe. Per guardarsi “Kill Bill” in DixX si va proprio in galera, perchè scatta il penale.

Come se non bastasse, il Consiglio europeo dei ministri sulle Competitività ha introdotto la brevettabilità più ampia per il software in Europa (articolo PI), la stessa sulla quale il Parlamento europeo aveva da poco espresso parere contrario. Un autentico colpo di mano, che calpesta le fondamenta stessa del diritto. A che serve un Parlamento se poi ciò che decide non serve a nulla?

Se tutti gli Stati che avevano prannunciato l’opposizione alla nuova normativa avessero rispettato la parola, non sarebbe passata.

L’Italia, naturalmente, è tra quelli che hanno cambiato idea e si è astenuta.

Sono proprio orgoglioso.

Aggiornamento

mercoledì 19 maggio 2004

Al piede sto bene, e sono stato anche veloce. Alle 10.30 avevo finito.

Splinder invece, continua ad essere inacettabile.

Almeno sono riuscito ad andare in palestra, ho studiato, e mi sento decisamente più vivo.

La misura è colma

martedì 18 maggio 2004

Domani vado a fare una coda mostruosa per togliermi questa fasciatura al piede. Non ho ancora deciso quanto sono disposto ad aspettare prima di decidere di fare da solo, ma certamente non troppo.

Oggi non c’è stato il Giro, e mi sento un po’ più solo.

Oggi ho affrontato 3 ore e mezza di lezione ininterrotta senza pause in laboratorio. Assurdo. Dopo 5 minuti di pausa, voleva ripartire, ma io sono saggiamente scappato a prendere il treno.

Non c’è un reale motivo per cui dovrei sentirmi tale, ma sono così stanco che appena arrivato a casa, alle sette, mi sono sbattutto nel letto, senza risultato. Il fatto che l’ambulatorio per togliere la fascia apra alle 8, e che chi prima arriva prima entra, non mi aiuterà.

Questa sera mi aspetta una riunione e come sempre, anche se siamo in sette, toccherà organizzare tutto a me e ad altri due. Non parliamo del fatto che finirà troppo tardi.

Splinder sta mettendo a durissima prova la mia pazienza. Invece di migliorare, la situazione peggiora costantemente.

Almeno, sono riuscito a studiare decorosamente, e questa è davvero una notizia. Capace addirittura di strapparmi un sorriso.

Lo sfogo termina qua, ma la misura è realmente stracolma.

Blog contro il Decreto Urbani: oggi si manifesta

martedì 18 maggio 2004



Vorrei scendere in piazza oggi contro l’ultima formulazione del decreto Urbani, che rischia di spedire anche i comuni utenti di internet in galera.

Purtoppo non posso esserci, ma, sebbene il valore non sia neanche paragonabile, dedico oggi il mio blog alla vicenda, cambiandone anche il look.

Spero in questo modo di essere vicino a quelle persone che urleranno tutta l’assurdità di questa nuova legge.

ADSL ciao

lunedì 17 maggio 2004

Come da titolo.

Devo essere felice o triste?